Salviamo le Api! Ecco la nostra adesione al progetto di Greenpeace

Salviamo le api! Ecco la nostra adesione al progetto di Greenpeace

Per tutelare le api del territorio, abbiamo aderito al progetto Greenpeace “Salviamo le api!”, coltivando fiori su due terreni di nostra proprietà.

Le api non sono solo sinonimo di produzione di miele. Un terzo del nostro cibo, infatti, dipende strettamente dalla loro attività di impollinazione. Ciò significa che le colture più nutrienti e apprezzate della nostra dieta verrebbero duramente colpite se si registrasse un calo numerico di questi insetti impollinatori. E come purtroppo si sa, le api sono in declino. Le cause? Utilizzo di pesticidi, perdita di habitat, monocolture, diffusione di parassiti e malattie, nonché cambiamenti climatici.

Il contributo della Cantina Maranzana per affrontare questo problema e sostenere la vita delle api sul nostro territorio è l’adesione al progetto di Greenpeace “Salviamo le api”. Al fine di dar vita a un sistema agricolo di stampo ecologico e sostenibile, abbiamo seminato, all’interno di due aree di nostra proprietà, tre tipi di fiori: facelia, lupinella e meliloto.

In questo modo, le api e gli altri insetti impollinatori possono qui trovare rifugio e polline per nutrirsi, svolgendo indisturbati il loro prezioso lavoro. I due campi, indicati con un apposito cartello, si trovano di fronte all’entrata della Cantina e lungo la strada che conduce a Mombaruzzo. I colori cangianti dei fiori e il piacevole ronzare delle api vi aiuteranno a identificarli.

Tra i nostri obiettivi futuri, il posizionamento delle arnie per la produzione di miele all’interno dei campi stessi, a cura di Bioapicoltura di Alessandro Pastorino. L’azienda, sita a Castelletto Monferrato, in provincia di Alessandria, ha il suo punto di forza nella qualità, producendo miele biologico, pappa reale, propoli e cera, il tutto con il massimo rispetto delle Api Regina e dei relativi nuclei. Ad ogni stagione, vengono selezionati i migliori luoghi dove portare le api a raccogliere il nettare. Tutti rigorosamente lontani dalle fonti di inquinamento.

Per maggiori dettagli sul miele prodotto, scarica qui il prospetto.

Lascia un commento